https://www.culturaesalute.com/media/com_jbusinessdirectory/pictures/companies/104/cropped-1615393161.png

Solaris Odv

Via Volsinio 19, 00199 Roma, Lazio, Città Metropolitana di Roma
1004

Gallery

Dettagli

L'arte di vivere il quotidiano

Solaris ODV è un’organizzazione di volontariato costituita da familiari e persone con sofferenza mentale, che opera a Roma, nel II Municipio, in stretto contatto con le strutture territoriali di Salute Mentale e con l’istituzione municipale.

L’associazione nasce nel 2002 dalla collaborazione tra un gruppo di familiari e utenti psichiatrici e alcuni psichiatri e operatori della Comunità Terapeutica e del CSM di via Sabrata nell’ambito del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL Roma 1 (allora ASL RMA). La ragione principale della sua nascita sta nella necessità di rispondere a un problema grave: come offrire ai pazienti psichiatrici le condizioni per reinserirsi nella società nel momento in cui lasciano la comunità terapeutica, in anni in cui i servizi necessari alla reintegrazione sociale delle persone con sofferenza psichiatrica erano ancora molto carenti.  L’associazione Solaris, in collaborazione con gli operatori della Comunità Terapeutica e il supporto del CSM “inventa” una proposta fortemente innovativa: offrire ai pazienti le condizioni concrete per vivere una vita “normale” e prima di tutto luoghi dove abitare autonomamente e in modo duraturo. Nasce così il progetto ‘Le Chiavi di Casa’, uno dei primi esperimenti di “supported housing” in Italia. Già il nome ci rimanda a un’idea di autonomia, una autonomia raggiunta e conquistata: avere diritto alle “chiavi di casa” è in un certo senso un rito di passaggio che sottolinea il riconoscimento di una sovranità del soggetto sul proprio tempo, sui propri spostamenti, sulle proprie relazioni.

Gli appartamenti sono collocati in aree vicine alla Comunità Terapeutica e ai servizi psichiatrici. L’assistenza domiciliare non è più standardizzata ma flessibile e costruita sulla base dei bisogni  individuali che possono variare nel tempo. Nel percorso di riappropriazione del proprio quotidiano i pazienti sono supportati da volontari, operatori e psicologi che li aiutano ad arredare, e mettere in funzione la casa, gestire affitto, condominio, bollette; programmare la spesa, tutelare la cura di sé.  Abitare però non basta. Occorre costruire rapporti sociali allargati, interagire con il quartiere, partecipare ad attività coinvolgenti, trovare, se possibile, un lavoro. Per questo Solaris ODV si è fatta promotrice, con altre associazioni, di progetti volti a coinvolgere pazienti, operatori, familiari in attività che favoriscono i percorsi di socializzazione, le esperienze di inserimento lavorativo e le attività di formazione.

Tutte queste attività hanno consentito la tessitura di una rete molto ampia di collaborazione e confronto con molteplici associazioni e strutture istituzionali che operano nel campo della salute mentale. Questo ha reso possibile un ampliamento delle attività, un confronto allargato sui nuovi indirizzi della psichiatria, una qualità altissima degli esperti contattati, con risultati positivi e realizzati grazie ad una solida rete di confronto e scambio. 

2. Metodologie di lavoro

Solaris nel suo lavoro fa riferimento all’indirizzo metodologico della Recovery, uno degli orientamenti più innovativi in campo psichiatrico. Secondo questo indirizzo il percorso riabilitativo non si fonda più sull’attesa di una ipotetica guarigione per iniziare a vivere, ma sulla possibilità che l’individuo migliori la propria salute e il proprio benessere, viva in modo “self-directed” e rafforzi le proprie potenzialità, anche con i limiti posti dal disagio psichico. Questa impostazione è fortemente condivisa dalle strutture istituzionali di Salute Mentale presenti nel II Municipio di Roma e favorisce la collaborazione e la continuità di indirizzi di intervento tra queste strutture, Solaris ODV e la rete di associazioni con cui Solaris interagisce. Inoltre Solaris ODV fa riferimento a un secondo indirizzo metodologico, strettamente connesso a quello di Recovery, sostenuto dal  Wapr (World-Association-for-Psychosocial-Rehabilitation). Questo indirizzo riconosce l’importanza decisiva della collaborazione e del confronto paritario tra utenti, operatori e familiari nei percorsi di cura, aprendo  nuove prospettive per la condivisione di questi percorsi tra tutti i soggetti implicati, e per il riconoscimento della centralità del soggetto con disagio psichico in essi.

Da questi riferimenti deriva un modello operativo che prevede una “alleanza terapeutica” tra tutti i soggetti coinvolti e richiede un modello di “assistenza flessibile” capace di adattarsi alle fragilità e alle discontinuità che caratterizzano il disagio psichico.  Si tratta quindi di una prospettiva che mette fortemente in discussione i tradizionali interventi in campo psichiatrico e favorisce la crescita della compartecipazione e delle sue possibilità innovative a sostegno di un rafforzamento del welfare comunitario.

3. Membership

Solaris ODV è membro attivo della Consulta Dipartimentale per la Salute Mentale della Asl Roma 1. E’ membro attivo della Consulta del Volontariato del II Municipio di Roma. E’membro attivo della Consulta Cittadina per la Salute Mentale di Roma Capitale. Attraverso i suoi membri partecipa alle attività del WAPR (World-Association-for-Psychosocial-Rehabilitation).

4. Servizi offerti

·       Assistenza legale per l’amministratore di sostegno: uno sportello di consulenza legale  allo scopo di garantire agli utenti e ai loro familiari una consulenza gratuita, professionale e personalizzata.

·       Sportello informativo per il Dopo di noi: un gruppo di volontari, sia della Solaris OdV (già Solaris Onlus) sia di Scalea 93, sono a disposizione dei familiari per dare informazioni e aggiornamenti sulla normativa nazionale e regionale.

·       Sportello di ascolto per familiari di persone con disagio psichiatrico: aperto il mercoledi mattina grazie al lavoro volontario di una psicologa esperta .

5. Azioni

5.1  L’abitare

Progetto Housing e Autonomia. Sostegno a persone adulte con disagio psichico medio-lieve che prevede:

-       sostegno nel normale svolgimento delle attività quotidiane, in particolare cura della persona, aiuto domestico e cura della casa, espletamento di pratiche burocratiche, spesa e acquisti personali;

-       attività di contrasto all’isolamento mediante sostegno agli utenti nelle attività di risocializzazione e nel rafforzamento delle relazioni con le reti primarie e secondarie in particolare invogliandoli e accompagnandoli nella partecipazione  ad attività sociali, culturali e di svago offerte dal territorio

-       supporto e accompagnamento verso la realizzazione di progetti di cohousing tra i pazienti

-       sostegno telefonico da parte degli operatori e dei volontari che costituisce un elemento molto importante di rassicurazione ed equilibrio per gli utenti

5.2  Inserimento sociale e orientamento al lavoro

Solaris realizza un’ampia offerta di attività di socializzazione che fanno riferimento ad un orientamento metodologico ormai largamente sperimentato in questi anni che possiamo sintetizzare in alcuni punti: il ‘fare insieme’, sviluppando attività aperte a pazienti, familiari, operatori e volontari della salute mentale in cui tutti i soggetti coinvolti sono parte attiva nell’organizzazione delle stesse; la realizzazione di attività interessanti e coinvolgenti in grado di far emergere le capacità dei singoli e di offrire nuove competenze; la realizzazione di prodotti finali tangibili che consentano di “misurare” la riuscita delle proprie capacità e delle attività svolte.

Alcune attività sono garantite permanentemente:

Ø  Il Laboratorio di scrittura, tenuto da un utente esperto,

Ø  Il Laboratorio di giornalismo tenuto da due giornalisti volontari che realizza e pubblica la rivista semestrale Pausa caffè.                                                                                                      

Ø  L’attivazione di tirocini di inclusione sociale e lavorativi.

Ø  Un corso di formazione permanente organizzato in collaborazione con l’Associazione Apeiron per familiari, operatori e volontari, fondato sul metodo dell’Osservazione Diretta messo a punto dallo psichiatra Francesco Scotti.

A queste attività si aggiungono molteplici altre legate a progetti finanziati.

5.3 Ricerca-azione con e per le strutture istituzionali

Il lungo percorso di lavoro nel sociale portato avanti da Solaris Onlus si è sempre confrontato e misurato con il lavoro di ricerca. Segnaliamo in particolare la ricerca realizzata in collaborazione con lo psichiatra Antonio Maone, responsabile della Comunità Terapeutica di via Sabrata a Roma, sulle rappresentazioni che gli operatori dei servizi di salute mentale hanno dei familiari dei pazienti psichiatrici. La ricerca ha portato alla pubblicazione del volume: Donatella Barazzetti, Antonietta Cammarota, Silvia Carbone (2014), Incolpevoli ... però. Le famiglie nelle rappresentazioni degli operatori dei servizi di salute mentale, Aracne Editore, Roma.

Questa esperienza è stata favorita dalla impostazione terapeutica della Comunità di via Sabrata che pratica il coinvolgimento dei pazienti e dei familiari nella formulazione e gestione dei progetti di cura. Queste modalità di intervento si rifanno alle impostazioni terapeutiche della WAPR (World Association for Psychosocial Rehabilitation), che pone al centro della cura la compartecipazione paritaria di familiari, pazienti e operatori.

6. Networking

I progetti messi in atto da Solaris hanno trovato la loro possibilità di realizzazione grazie alla tessitura di un’ampia rete di relazioni con associazioni e soggetti istituzionali.

Soggetti del terzo settore: l’Associazione Tininiska Italia onlus, la coop.soc. ‘Prassi e Ricerca’, la coop. soc. Solaris Supported Housing, Acab (Associazione Culturale di cinema e immagini), Apeiron (Centro di formazione e di ricerca psicoanalitica ed educativa), ARAP (Associazione per la riforma dell’Assistenza Psichiatrica), Associazione La Reverie Comunità 1 (che ha come obiettivo principale la cura del disagio psichiatrico), Scalea 93 (che svolge attività di integrazione sociale), Insieme con Te (che svolge attività di auto-aiuto), ANTEAS (Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà), Articolo 3 (Tutela dei diritti civili e sociali), A.R.I.A. (Associazione Rete Italiana Autocostruttori), Associazione Gli Amici di Roberto, Cucina Amore Mio, Oltre lo sguardo, Rifornimento in volo, Associazione culturale Ferdinando Agnini, Senzaterra (Associazione di promozione sociale per la diffusione della cultura musicale) Roma H 24- Trieste Salario (Mensile di quartiere – II Municipio Roma), Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Sinergie Solidali (Associazione di promozione sociale), La fattoria di Alice.

Anche nel settore privato l’associazione Solaris ha stretto importanti rapporti di collaborazione con diverse aziende informatiche tra cui RPCTECH, Società Converge spa e ITALTEL spa che grazie ad un forte senso di responsabilità sociale hanno messo a disposizione delle risorse al fine di ridurre il digital divide.

Soggetti Istituzionali: il II e il III Municipio di Roma, il DSM della ASL Roma 1 ed in particolare i CSM del Distretti II e la Comunità Terapeutica di via Sabrata.

Nel 2019 l’organizzazione Solaris ha stipulato una convenzione con la LUISS per accogliere studenti volontari.

Nel 2019 l’organizzazione Solaris ha stipulato una convenzione con l’Università Roma Tre di Roma per lo svolgimento di tirocini curricolari.

Possiamo dunque affermare che si è costituita una importante rete a sostegno e per la diffusione di progetti finalizzati all’integrazione abitativa, lavorativa, sociale e culturale di soggetti particolarmente fragili quali pazienti psichiatrici.

7. Partecipazione e organizzazione di eventi e convegni

Organizzazione

29 Ottobre 2020 Convegno ‘Supported housing: dalla Comunità Terapeutica all’abitare autonomo’. Il convegno è stato organizzato dall’associazione Tininiska Italia aps con la collaborazione dell’associazione Solaris Odv e della cooperativa sociale Solaris Supported Housing, e realizzato grazie al contributo della Banca d’Italia e al patrocinio del Municipio II di Roma Capitale e dell’ASL Roma 1.

E’ stato realizzato un importante percorso di preparazione del convegno attraverso cui gli utenti, confrontandosi tra loro, hanno preparato i propri interventi al convegno; hanno contribuito a definire la cornice del convegno stesso; e hanno imparato a comunicare in pubblico. Ugualmente si sono confrontati tra loro, in specifici incontri, gli operatori, i familiari, i volontari discutendo e approfondendo difficoltà e problemi incontrati nel supporto degli utenti e le possibili prospettive.

Il convegno si è realizzato su piattaforma zoom e sono stati pubblicati gli atti.

Partecipazione

·       9-10-11 maggio 2019 EXPO della Salute Mentale- Congresso Nazionale e Centri Diurni.  Roma. Solaris partecipa ai lavori di preparazione dell’Expo e organizza uno stand sulle proprie attività.

·       5-7 luglio 2018 WAPR (World Association for Psychosocial Rehabilitation) World Congress Madrid, nell’ambito del congresso Solaris organizza il simposio sul Supported Housing con gli interventi di alcuni membri di Solaris (pazienti, familiari, volontari) Donatella Barazzetti, Maurizio Biondo, Antonella Cammarota, Anna Trezza, e dello psichiatra Antonio Maone.

·       10 Maggio 2018: Roma MAXXI, convegno organizzato dal II Municipio su La salute mentale a quaranta anni dalla legge 180, intervento della vice-presidente A. Cammarota sulle prospettive della salute mentale nell’ASL Roma1.

·       14 aprile 2018: Roma ‘Città dell’Altra Economia’, convegno nazionale dell’Associazione Rete Italiana di Autocostruzione su “L’Autocostruzione Familiare e L’edilizia Sociale: una risposta alternativa alla questione abitativa”. Intervento della vice presidente A. Cammarota sul tema del supported housing per i pazienti psichiatrici.

·       17 marzo 2018: Viterbo, convegno ‘La sofferenza mentale e la città: una esperienza di riappropriazione esistenziale in contesto urbano’ organizzato dalla Coop. Agatos. Intervento della vice presidente Antonietta Cammarota e di Maurizio Biondo, un utente esperto, sull’esperienza del supported housing da molteplici punti di vista.

·       16 - 17 febbraio 2018: AMPLIACASA, Incontro Formativo a Roma su ‘Risposta innovativa delle reti di volontariato per l’accoglienza’. Incontro organizzato dall’ ACISJF all’interno del progetto AMPLIACASA che mira a promuovere il co-housing nelle comunità, facilitando la conoscenza e la messa in rete delle esperienze esistenti, al fine di progettare nuove forme di welfare community in risposta alle differenti fragilità. L’Associazione Solaris, a seguito dell’invito dell’ACISJF, ha presentato la propria esperienza nell’ambito del supported housing rivolto ai pazienti psichiatrici.

·       26 Giugno 2017: II Municipio di Roma ‘Giornata per l’Inclusione’. Nella giornata organizzata dall’assessorato alle Politiche sociali e sanitarie del Municipio II di Roma, la vice-presidente dell’Associazione Solaris, illustrando il lavoro svolto sul territorio per i sofferenti psichiatrici, ha presentato, nel corso del proprio intervento, le attività dell’associazione Solaris.

·       9- 10 giugno 2017: Congresso a Cesena della World Association for Psychosocial Rehabilitation (WAPR) Italia su ‘Dei Diritti e dei Doveri: istituzioni, cittadini e servizi nel campo della salute mentale’. La vice-presidente di Solaris, Dott.ssa Antonietta Cammarota e Maurizio Biondo, un utente esperto, hanno preso parte al congresso intervenendo all’interno della tavola rotonda su ‘Abitare e non risiedere: esperienze di superamento dell’abitare come mera residenzialità’. A partire dall’esperienza dell’associazione, si è messa in evidenza la necessità di offrire ai pazienti psichiatrici, oltre ad un supporto all’abitare, delle attività di formazione e socializzazione che coinvolgano anche soggetti non affetti da patologie psichiche

·       27-28 gennaio 2017: Convegno internazionale “Riprendersi: i fattori determinanti della salute mentale”, organizzato dalla Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro e dalla Fondation d’Harcourt, in collaborazione con l’INMP Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti ed il contrasto delle malattie della Povertà. La vice-presidente di Solaris, Dott.ssa Antonietta Cammarota, è intervenuta nella tavola rotonda ‘I familiari: “utenti” o “co-costruttori” dei servizi?’, mettendo in rilievo come il coinvolgimento di utenti e familiari esperti possa contribuire alla definizione di un progetto terapeutico efficace.

·       1 luglio 2016: Tavola rotonda dal titolo “La comunità che cura: quando anche la comunità è terapeutica” a Viterbo sala Gatti organizzata dal Comune di Viterbo e dall’ASL di Viterbo;

·       9 giugno 2016: Convegno Regionale Sicilia organizzato dal CESV all’Auditorium Parco Maggiore “La Rosa” Barcellona Pozzo di Gotto sul tema: L’importanza dell’inserimento lavorativo per i soggetti con disabilità mentale;

·       27 maggio 2016: Convegno su “Costruzione e rottura dei legami istituzionali: le dimissioni dell'ospite dalla comunità' terapeutica” organizzato dall’Associazione Mito e Realtà e dal Laboratorio di Gruppoanalisi presso il Laboratorio di Psicoanalisi San Lorenzo Roma;

·       20 – 24 Aprile 2016:’Una Nave di Libri per Barcellona 2016’. Dal 20 al 24 aprile 2016 si è svolta l’iniziativa organizzata dal mensile Leggere: tutti in collaborazione  con Grimaldi Lines che ha visto una nave in viaggio da Civitavecchia a Barcellona con scrittori, attori, registi, che si sono confrontati in una serie di eventi culturali durante il tragitto. L’associazione Solaris ha partecipato presentando il libro I Funamboli. lasciare la comunità terapeutica tra difficoltà e speranze, Altreconomia Edizioni.

·       25 settembre 2015: Giornata di studio sul tema “L’alleanza terapeutica nelle comunità residenziali: tra dipendenza istituzionale e appartenenza sociale” presso il Centro Congressi Fast di Milano;

·       20 giugno 2015 il dott. Antonio Maone e l’Associazione Solaris hanno ricevuto un riconoscimento dal Vicariato di Roma con il Premio del Buon samaritano “per il lavoro innovativo svolto nell’assistenza di pazienti con disagio psichico”.

·       15 e 16 maggio 2015: Terzo Congresso Europeo WAPR (World Association for Psychosocial Rehabilitation), “Salute mentale e salute fisica nell’Europa che cambia”, tenutosi a Torino.

8. Pubblicazioni

Atti del Convegno Supported Housing: Dalla Comunità Terapeutica All’abitare Autonomo, Tininiska Italia aps, Roma, 2021

Bagnato A., Biondo M., Se cucinare vi sembra poco. Cura di sé e salute psicologica, Solaris Onlus, Roma, 2017. Seconda edizione ampliata Febbraio 2021

Barazzetti D., Cammarota A.,L’Arte di vivere. L’esperienza di Solaris onlus, in  Il Vaso Di Pandora,Dialoghi i psichiatria e scienze umane, vol XXVII, 2019

Bartoli S., Pollio B. Colosimo M , (a cura di) L’arte della reciprocità, Associazione Solaris Onlus, Roma, 2018

Ruggeri M., I moti dell’anima, Solaris Supported Housing, Roma 2016

Barazzetti D., Cammarota A. (a cura di), Abiteresti con me? Pazienti psichiatrici e autonomia abitativa, Associazione Solaris Onlus, Roma, 2016.

Barazzetti D., Cammarota A. (a cura di), I Funamboli. Lasciare la comunità terapeutica tra difficoltà e speranze, Altreconomia, Milano, 2014.

Barazzetti D., Cammarota A., Carbone S., Incolpevoli però. La famiglia nelle rappresentazioni degli operatori dei servizi di salute mentale, Aracne, Roma, 2014.

Tipo:
Associazione
Anno di costituzione:
2002
Dipendenti / collaboratori / associati:
37
keywords:
Allegati (STATUTO e altri file necessari per la richiesta di approvazione):

Video

Posizione mappa

Indicazioni mappa
company map
Via Volsinio 19, 00199 Roma, Lazio, Città Metropolitana di Roma

Social network

ACCESSO ENTI