49

L’albero dei ricordi

 Online, , Online, , Indicazioni mappa
16 Novembre 2022
 348 6299956
Contatto
Tipo
Corso

Laboratorio online di scrittura autobiografica diretto dalla scrittrice / professoressa Tiziana Coppola – Dottoressa in mediazione familiare, scolastica e sociale

 

Lungo il corso della mia esperienza di animatrice per anziani presso l’ UNITRE’ ( UNIVERSITA’ DELLA TERZA ETA’) di Ceglie Messapica ( BR) nel periodo dal 2008 al 2009, ho potuto osservare come in un gruppo variegato di anziani in età compresa tra i 63 e i 70 anni, tra cui 5 con un incipit di demenza, la realizzazione dell’albero dei ricordi la cui composizione è stata creata con foto del passato poggiate sul tavolo con le quali ognuno ha composto il proprio albero, ciascuno ha avuto la possibilità di ripercorrere il proprio passato, a volte doloroso, a volte piacevole, altre volte rifiutato.

Ciascuno in questo viaggio a ritroso, ha manifestato le sue emozioni, a volte di piacere, altre volte di pianto. L’albero dei ricordi è un percorso virtuale che si può ricreare in qualsiasi ambiente anche domestico e su qualsiasi superficie.

Lo scopo è quello di aiutare a stimolare la memoria del paziente affetto da demenza. Per una persona malata di demenza, osservare e toccare le fotografie, i soprammobili o i piccoli oggetti del suo quotidiano che hanno fatto parte del suo passato, contribuisce a riattivare il ricordo, e nel tempo a rallentare il corso della malattia.

Per realizzare un albero dei ricordi si può utilizzare una parete, oppure utilizzare un vero albero, magari quello che si utilizza per gli addobbi di Natale, ma anche alcuni fogli andrebbero bene e si disegnerebbero dei rami di albero lungo i quali verrebbero collocati le foto o gli oggetti. Ogni ramo dovrà contenere un solo oggetto o una sola foto, per garantire la giusta alternanza tra lo spazio occupato, dedicato all’oggetto che stimola il ricordo ed uno spazio vuoto per permettere l’elaborazione del ricordo che tranquillizza e riporta alla calma dello stimolo. L’alternanza tra pieno e vuoto è l’approccio migliore verso questa malattia. Si potranno utilizzare fotografie del passato, dell’infanzia e dell’adolescenza.

Alcuni oggetti o fotografie potrebbero stimolare in alcune persone in modo sbagliato, ma inconsapevolmente, un senso di angoscia e di tristezza. Se questo dovesse accadere è bene interrompere immediatamente l’attività e distrarre il partecipante, proponendone un’altra attività utilizzando immagini e oggetti differenti.

Se per esempio il passato suscita reazioni negative, potremmo scegliere oggetti di uso quotidiano che potranno generare benessere, ad esempio dei fiori o delle erbe aromatiche, dei pezzi di stoffa o le foto dei nipoti.

 

Destinatari: Aperto a tutti gli interessati ma principalmente l’azione è rivolta ai familiari dei pazienti affetti da demenza

Tempistica: 4 incontri on line da 2 ore a partire dai giorni: 16 – 18 – 21 -23 Novembre 2022

Sono aperte le adesioni; contattare direttamente il numero: 348 6299956

 

2022-11-16 2022-11-23 L’albero dei ricordi

ACCESSO ENTI