https://www.culturaesalute.com/media/com_jbusinessdirectory/pictures/companies/120/cropped-1645034158.png

Associazione di Volontariato Museum - ODV

Via Dardanelli 13, 00195 Roma, Lazio, RM
746

Gallery

Dettagli

Vivere e far vivere l'Arte: una conquista di Civiltà

L’Associazione di Volontariato Museum - ODV, costituita nel 1994, iscritta nel Registro Regionale della Regione Lazio nella Sez. Cultura (D.R.2324/94) e nella Sez. Servizi sociali (D.R.2325/94), è finalizzata alla promozione umana e sociale dei disabili fisici e psichici attraverso la cultura e l’Arte.

Ha operato in regime di Convenzione col Comune di Roma dal 1995 al 2008 presso i principali Musei Comunali romani, con autorizzazione speciale dal 1994 presso i Musei Vaticani e le Catacombe, è presente presso i più importanti Musei Nazionali romani.

Collabora con tutte le Associazioni dei disabili, con l’UICI, la Lega del filo d’Oro, con le scuole di ogni ordine e grado in cui sono presenti ragazzi con disabilità.

Ha effettuato nel tempo Corsi di Formazione per volontari (nel 2001 con un finanziamento della Regione Lazio) e disabili (Ricerca di linguaggi e tecniche alternative per la comprensione dell’opera d’arte da parte di persone Down. 1997/99; ”Lettura recitata” per non vedenti e ipovedenti. 2002; Laboratori integrati per il potenziamento delle capacità espressive verbali-gestuali-artistiche per minorati mentali. 2003/2004; “Alla ricerca della realtà inesplorabile, attraverso la lettura delle immagini”, corso rivolto a persone non vedenti. 2007/2008; Ragazzi, scopriamo il mondo immaginario degli dei e degli eroi”, corso rivolto a bambini non vedenti. 2009/2010; Spettacolo teatrale “VANITAS”, realizzato da attori non vedenti e da attori professionisti 2011; Spettacolo teatrale “IL TEATRO DEI MIMI: MUTA ELOQUENZA, FACENDO SILENZIO”, realizzato da attori sordociechi, non vedenti, ipovedenti e normodotati, in collaborazione con "Filo d'Oro". 2012/2013; “TATTO, UDITO E OLFATTO…PER VEDERE…” progetto finanziato dalla  Regione Lazio, realizzato in collaborazione con la Sezione della Didattica della Gnam, del Macro e del MAXXI. Attraverso l'utilizzo di altri sensi, si sono condotte, le persone con disabilità visiva, tramite visite tattili e laboratori didattici, alla conoscenza dell'arte moderna e contemporanea. 2013/2014; “TEATRO AL BUIO”: performance per n° 20 spettatori e per i loro cinque sensi. Attività teatrale che, attraverso un coinvolgimento fisico, spaziale, emotivo, intende spostare l'attenzione dal palcoscenico al pubblico, stabilendo un dialogo diretto tra pubblico bendati e attori con disabilità visiva. Mercati di Traiano. Roma 2015; TEATRO AL BUIO . “ Crocifissione di Guttuso: te la racconto al buio ?”: spettacolo multisensoriale che presenta l’opera di Renato Guttuso, “Crocifissione” realizzato attraverso la lettura della sua iconografia fatta da due attori, vedente e non vedente, e spettatori vedenti bendati e non vedenti, partecipi all’interno della rappresentazione e che si troveranno a far vivere l’opera stessa. Roma 2017, Galleria Nazionale; “TEATRO AL BUIO”: Sogni a occhi chiusi: spettacolo multisensoriale che presenta l’opera di Vittorio Matteo Corcos, “Sogni”, realizzato attraverso la lettura della sua iconografia fatta da attori, vedenti e non vedenti, e spettatori vedenti bendati e non vedenti, partecipi all’interno della rappresentazione e che si troveranno a far vivere l’opera stessa.

Ha portato avanti laboratori per la creazione di libri tattili rivolti a bambini con disabilità visive, Galleria Nazionale 2017/2018; visite guidate assistite, laboratori di teatro e di manipolazione della creta, incontri con artisti; ha realizzato progetti di didattica speciale multidisciplinari e ha prodotto, in rilievo e in braille, tutto il materiale didattico indispensabile ai non vedenti per poter conoscere l'urbanistica, l'architettura, la scultura e la pittura.

Punta di eccellenza sono i Musei Capitolini che l'Associazione Museum, con il supporto economico del Comune di Roma, della Regione Lazio e dell'Associazione Amici dei Musei, ha dotato di una mappa della piazza del Campidoglio, dei prospetti dei Palazzi Capitolini, di una campata del Palazzo dei Conservatori completa dei particolari architettonici, del modellino del Palazzo Senatorio apribile ed esplorabile internamente, di una tavola esplicativa dell'affaccio al Foro, di tavole planimetriche relative ai tre percorsi per non vedenti, descritti e illustrati nei rispettivi testi stampati in nero e braille, dei modellini del Marco Aurelio e della Venere Esquilina, nonchè di riproduzioni in rilievo di statue di grandi dimensioni e di dipinti del Garofalo, del Caravaggio e di Rubens, presenti all’interno della Pinacoteca. Dal 2015 al 2021 svolge la propria attività, con appuntamenti mensili, in convenzione con la Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

Nel 2014, 2015, 2016 e 2018 abbiamo effettuato visite tattili, con il sussidio di disegni stampati con il fusore, alle mostre organizzate presso le Scuderie del Quirinale e realizzato 2 tavole tattili delle planimetrie del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale, da un progetto finanziato dalla Fondazione San Paolo (2015). Visite tattili presso Villa Medici, 2017/2019; Palazzo Merulana, 2018/2019; Museo delle Radici del Presente, 2018/2019; Museo Boncompagni,2016/2018; Incontri con gli artisti; Sussidi didattici realizzati per Galleria Spada e Museo Lavinium. Museum ha partecipato come relatore a convegni sul tema della disabilità visiva.

Museum ha partecipato negli anni a diversi convegni sull’Arte rivolta alle persone con disabilità visiva, corsi di formazione per volontari e, presso l’Istituto Romagnoli per ciechi, il corso rivolto ad insegnanti e operatori culturali “Vivere l’Arte”. In questo particolare e difficile momento che stiamo vivendo, dovendo garantire il distanziamento e purtroppo escludendo perciò il tatto, quale veicolo fondamentale di comunicazione per le persone con disabilità visiva, abbiamo utilizzato da marzo 2020/2021, in collaborazione con l’Unione italiana Ciechi, una “comunicazione virtuale”, attraverso incontri, su piattaforma digitale o telefonica, con i quali manteniamo un contatto diretto con la nostra utenza. Sono “Conversazioni sull’Arte…ma non solo”, dove raccontiamo e descriviamo l’arte, leggiamo brani letterari, passeggiamo attraverso le strade di Roma, conosciamo le piante presenti anche in tante nostre opere d’arte, nell’attesa di poter nuovamente incontrare le persone e di condurle per mano attraverso il nostro meraviglioso patrimonio artistico.

La finalità principale di Museum è quella di garantire l’accessibilità all’arte quale diritto di ogni cittadino, sperimentando ed utilizzando nuovi modi di comunicazione ad un pubblico vasto e differenziato abbattendo le barriere sensoriali, spesso poco conosciute e considerate. Un’attenzione particolare è stata rivolta ai disabili della vista, non vedenti dalla nascita, non vedenti tardivi, ipovedenti, che sono stati educati a toccare, ove possibile, le opere d’arte in modo che ogni sfumatura tattile arricchisca il loro bagaglio cognitivo ed estetico. Sono state insegnate loro tecniche di esplorazione tattile che portano all’acquisizione di autonomia nella comprensione dell’immagine e al raggiungimento del piacere estetico.

Una conquista di civiltà? Pensiamo proprio di sì, se valutiamo l’arricchimento della nostra cultura ed umanità!

Tipo:
Associazione
Anno di costituzione:
1994
keywords:
Allegati (STATUTO e altri file necessari per la richiesta di approvazione):

Video

Posizione mappa

Indicazioni mappa

ACCESSO ENTI