447

In camera? ... Che storia!

 Tradate, Piazza A. Zanaboni, 1, 21049 Tradare, lombardia, varese Tradate, Piazza A. Zanaboni, 1, 21049 Tradare, lombardia, varese Indicazioni mappa
1 Gennaio 2020
 3471607885
Contatto
Tipo
Rappresentazione

Il ricovero e la degenza in ospedale sono, soprattutto per i bambini, quasi sempre causa di forte stress o comunque di disagio. Da qualche anno si parla sempre più spesso di ospedali a misura di bambino, di strutture, cioè, in grado di rendere meno brusco il trauma del ricovero e più piacevole la permanenza attraverso diverse attività. Un bambino in ospedale per guarire prima, deve essere sereno, e la sua serenità dipende dall’ambiente e dalle persone che lo circondano. Distrarre il bambino con giochi, sorrisi, colori e spazi vivaci, aiuta ad abbassare la soglia del dolore e il piccolo risponde meglio alle cure. Da sempre i bambini chiedono agli adulti di raccontare loro una storia. Quel momento diventa un rituale magico in cui, nel silenzio, una voce è in grado di incantare, spaventare, affascinare e portare lontano, oltre le parole, in luoghi fantastici, lontani dalla camera d’ospedale.

Nel 2010 portiamo per la prima volta in un reparto di Pediatria il progetto "in camera? ... che storia!", che nasce con l'obiettivo di distendere il clima in reparto e regalare ai bambini e ai genitori un momento di allegria e distrazione dalla malattia. Il progetto vuole anche promuovere l’ascolto della musica e della lettura a voce alta nei bambini di tutte le età ricoverati presso la pediatria. Il bambino, sentendosi accanto un adulto che racconta storie già dal primo anno di vita, prova una stimolazione e un senso di protezione impareggiabili e condivide il piacere del racconto. La lettura, animata da scene anche comiche rasserena e induce alla risata, che è molto importante nel bambino e nell’adulto, come risulta da molte note ricerche e studi. L’ascolto della musica e il contatto diretto con strumenti non usuali (flauto traverso, tinwhistle, ocarina, scacciapapere…) muovono la curiosità del bambino verso il mondo dei suoni e della musica già in giovane età. Si è osservato, peraltro, come il suono della chitarra sia in grado di rilassare i bambini facendo smettere il pianto e portandoli dolcemente sulla soglia del sonno.  

I cantastorie, membri dell’associazione ARTE DIEM, sono persone che operano nel campo del teatro, in strutture rivolte ai bambini come volontari o come insegnanti ed educatori dell’infanzia e hanno quindi un background e una conoscenza della psicologia del bambino tale da permettere di lavorare nel costante rispetto della volontà dei più piccoli e delle persone che gli sono attorno. 

2020-01-01 2020-06-30 In camera? ... Che storia!

ACCESSO ENTI