Blog

Il Museo dei Saperi e delle Mirabilia Siciliane dell’Università di Catania invita tutti a visitare "Il Museo per tutti i sensi" : una mostra innovativa e multisensoriale volta a far conoscere le collezioni storiche del museo e il patrimonio culturale della città, attraverso i plastici di alcuni monumenti simbolo di Catania.

"C'è stato un forte coinvolgimento degli studenti di Museologia del Dipartimento di Scienze Geologiche e dei dottorandi del corso di Patrimonio culturale in tutte le fasi dell’allestimento della mostra e per sensibilizzarli al tema dell’inclusività e dell’accessibilità", ha spiegato la Professoressa Germana Barone, delegata al Sistema Museale di Ateneo.

Come riporta l'articolo pubblicato su Unict Magazine, "durante la prima giornata di visite, che ha visto il museo animarsi grazie alla curiosità travolgente dei bambini delle scuole, i giovani alunni hanno avuto la possibilità di conoscere la Professoressa Antonella Poce, ordinaria in Pedagogia sperimentale all’università di Roma Tor Vergata.

Il punto centrale del suo intervento ha riguardato il benessere nei musei: «uno degli obiettivi del museo è quello di essere un luogo accogliente, capace di trasmettere benefici fisici ma soprattutto mentali. È importante che l’utente si senta ben accolto, felice e che comprenda che il museo sia una estensione del proprio ambiente di lavoro, di studio o di gioco".

 

La mostra, organizzata dal SiMuA con il supporto della Città Metropolitana di Catania, del Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Catania e della Delegazione FAI Catania, è visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13,30, il martedì e il giovedì dalle 14,30 alle 17,30 (ultimo ingresso), il mercoledì dalle 14,30 alle 17 (ultimo ingresso) e il sabato su prenotazione solo per gruppi

 

 

Grazie al progetto "L'Arte si prende cura" e con il sostegno della Fondazione Angelini, l’Ambasciata del Sovrano Ordine di Malta presso la Santa Sede porta bellezza attraverso le immagini donate da Massimo Listri, maestro di fotografia di architetture e di ambienti e apprezzato a livello internazionale nell'Ospedale di San Giovanni Battista della Magliana a Roma e negli ambulatori del Sovrano Ordine di Malta in Italia e all’estero, con l'intento di adornare i luoghi di degenza e di migliorare il benessere dei propri assistiti.

L'’ambasciatore dell’Ordine di Malta presso la Santa Sede, Antonio Zanardi Landi, ideatore del progetto, afferma:"...Ci si vuole richiamare ai regolamenti seicenteschi e in qualche modo dire che L'Ordine di Malta sta seguendo già da 500 anni questa prassi di considerare l'arte e il bello come uno strumento di cura, come un coadiuvante per la guarigione di ferite e di malattie: le opere di Listri rimarranno sempre fisse, ma ce ne saranno anche che subentreranno e se necessario fatte ruotare tra gli ambulatori e gli ospedali".

L'interessante articolo su questo progetto è stato redatto da Maria Milvia Morciano su Vatican News

 

Concerto gratuito organizzato da ASL Roma 1 e ideato dal Dottor Agostino Valenti del Day Hospital - Medicina Interna dell’Ospedale Santo Spirito, che vedrà l'esibizione dei Professori dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e in cui saranno presenti medici curanti e pazienti in un percorso diagnostico terapeutico olistico, che non tralascia alcun aspetto della persona e del proprio vissuto.

Per l'occasione, sarano eseguite “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi 🎼

L'inizio è previsto per le ore 17.30; per prenotazioni (fino a esaurimento posti), cliccare qui

 

 

La Fondazione Patrimonio Ca’ Granda del Policlinico di Milano è felice di annunciare il completamento di cinque progetti di umanizzazione dei luoghi di cura presso il Policlinico, finanziati congiuntamente con l'Ospedale.
Questi progetti nascono con l’obiettivo di trasformare gli ambienti clinici in spazi accoglienti, migliorando l'esperienza dei pazienti e delle loro famiglie.
 
Ecco i progetti conclusi:
 
- La creazione di una Family room per i genitori dei bambini in Terapia Intensiva. Un luogo accogliente e familiare, realizzato per offrire una pausa dallo stress del reparto, e per prepararsi un pasto, fare una doccia o semplicemente riposarsi, senza doversi allontanare dall'ospedale e quindi dal bambino in TIP
 
- Il restyling di 7 sale parto su 9 della Mangiagalli seguendo, in collaborazione con gli specialisti del reparto, studi scientifici che hanno dimostrato come cromoterapia e di immagini di rimando naturale hanno un effetto benefico sulle partorienti, in diverse fasi del travaglio
 
- La creazione di nuovo spazio all'interno del Reparto di Audiologia, con un’area dedicata al gioco e alla musicoterapia. Gli ambienti si sono arricchiti di nuovi arredi, ed è stata installata una finestra a specchio per l'osservazione indiretta dei piccoli pazienti con protesi acustiche e impianto cocleare durante la riabilitazione logopedica
 
- La creazione di un’area dedicata alle famiglie dei pazienti emofilici, ai bambini e alle loro famiglie
 
- Nuove sale d’attesa per l'ambulatorio neonatale e di follow-up con l'uso di luci, colori, vedute piacevoli, musica, filmati educativi e cartoni animati, per offrire un ambiente confortevole e rassicurante

La Fondazione Di Liegro, con il contributo di professionisti esperti e volontari formati, promuove laboratori di arteterapia e altre attività di socializzazione all’interno del reparto Spdc dell'Ospedale San Filippo Neri. Destinatari del progetto sono principalmente giovani tra i venti e i trenta anni con sintomi psichiatrici acuti: i laboratori rappresentano spazi che favoriscono sia la libertà individuale e di espressione, che la possibilità di relazionarsi in un contesto sociale dove possano sentirsi accolti e protetti dai pregiudizi.

Si tratta di un progetto pilota promosso dalla Asl Roma 1 Dipartimento Salute Mentale (Dsm), finanziato dalla Regione Lazio; ai laboratori di arteterapia si affiancano anche le attività di musicoterapia, che permettono di comunicare vissuti ed emozioni e di elaborare sensazioni che non si riescono a far emergere con le semplici parole nei contesti quotidiani, contribuendo a migliorare la qualità della vita. All’interno dei laboratori, organizzati ogni lunedì nel padiglione della Fondazione Di Liegro, vengono messi a disposizione dei partecipanti degli strumenti di percussione.

La notizia integrale viene riportata da Sociale.it

Cerca

Ultime News

"La bellezza salverà il mondo", diceva il principe Miškin per mano dello scrittore russo Fëdor...

Attraverso un imponente progetto di restauro e riqualificazione, gli spazi dell’edificio...

Cagnolini nelle corsie degli ospedali pediatrici italiani e nelle scuole dell’infanzia, primarie e...

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Margherita e Damiano Tercon - in arte I Terconauti - negli...

 Apre a Trevi (PG) la residenza d’artista organizzata dalla Federazione Nazionale delle...

Alcuni resoconti delle riunioni tra medici, infermieri e pazienti nell’ospedale di Gorizia furono...

Il progetto "Lo spazio che cura" è stato sviluppato dalla Fondazione Policlinico Sant'Orsola per...

Domenica 17 Marzo alle ore 11 si svolgerà a Roma presso la "Galleria Sonora" (Via Trebula, 5), la...

Sapevate che a Roma è presente il Museo Nazionale di Storia dell'Arte Sanitaria? Ideato dai...

ACCESSO ENTI